Che cosa abbiamo fatto: Urbanistica, Ecologia ed Ambiente

In un anno l’Assessorato all’Urbanistica e Ambiente ha realizzato quanto segue.

URBANISTICA

  • Si seguono gli sviluppi, spesso problematici e di non facile soluzione, di diversi Programmi Integrati di Intervento “PII” non attuati, o parzialmente attuati.
  • P.I. BENNET (proroga con novazione convenzione, accordo già definito negli elementi salienti);
  • CAVA MAGGIA – AVIOPORT (completamento opere pubbliche in convenzione, verifica possibilità di accesso alle aree oggetto di fallimento di uno dei due operatori fallito, vari incontri in Regione ad oggi non hanno ancora delineato una soluzione certa);
  • P.I.I. in corso, non attuati, con scadenza relativamente prossima in cui si stanno valutando possibilità di cambio di tipologia insediativa; diversi incontri con attività produttive e privati.
  • Soluzioni ed accordi con le ditte per arrivare al completamento standards di Piani di Lottizzazione in corso da anni e mai ultimati, che vincolano la possibilità di ottenere i certificati di agibilità delle singole unità immobiliari.
  • Regolamento per l’insediamento delle attività di parcheggio temporaneo, con valenza fino all’adozione della variante del PGT in corso, ammissibile su superfici chiuse (rimesse) o scoperte (a cielo aperto) idoneamente sistemate ed a norma.
  • VARIANTE GENERALE al Piano di Governo del Territorio

Formazione e costituzione dell’ufficio di piano con relativo atto di indirizzo.Vengono affrontate le tematiche della riqualificazione urbana mediante modalità incentivali sulla scorta di una maggiore qualità della progettazione e della costruzione, della semplificazione dei procedimenti e delle norme per renderle veramente efficaci, la rivisitazione degli ambiti di trasformazione.Uno degli obiettivi della variante é consentire favorire l’insediamento delle attività produttive piuttosto che i centri commerciali, ed evitare che attività produttive già presenti e di “qualità” si delocalizzino causa vincoli impostii dal precedente PGT.

 

ECOLOGIA e AMBIENTE

A parte le questioni non meno importanti, ma di carattere più ordinario (giornate del verde pulito ed iniziative di volontariato ambientale analoghe, che non hanno la “portata” per risolvere la problematica dell’abbandono dei rifiuti, ma hanno valore educativo che contribuisce a sviluppare il senso civico) e la raccolta dei rifiuti abbandonati verificando anche le modalità di affidamento, si tratta di questioni aperte che hanno uno sviluppo durante l’arco di anni.

  • Gli sviluppi inerenti il Consorzio ACCAM (la trasformazione da in house o non comporta una diversa modalità di conferimento dei rifiuti e delle scelte economiche rilevanti), ed il futuro prossimo dell’impianto di trattamento termico e della società che lo gestisce.
  • Nello specifico, per ora si é proceduto con l’approvazione dello Statuto modificato e l’approvazione degli schemi di contratto per il conferimento dei rifiuti.
  • I rapporti con la società Tutela Ambientale Arno-Rile-Tenore (sono in corso/ultimati i lavori di adeguamento del depuratore; opere finalizzate alla risoluzione degli inconvenienti legati alle emissioni olfattive maleodoranti).
  • Rivisitazione delle convenzioni con i cavatori – modifica ed approvazione nuove convenzioni.
  • Apertura domenicale della piattaforma ecologica
  • Organizzazione sacco tracciato e delle serate informative

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *